Ciccio Liberto spicca nella storia della Sicilia

Ciccio Liberto spicca nella storia della Sicilia

Il cordoglio del Delegato/Fiduciario Acisport regionale per la scomparsa del “calzolaio” da corsa più famoso nel mondo.

Il Delegato/Fiduciario ACI Sport Sicilia Daniele Settimo esprime profondo cordoglio per la scomparsa di Francesco “Ciccio” Liberto.

Ciccio è la figura di artigiano siciliano più apprezzata nel mondo dell’automobilismo sportivo. Le sue calzature realizzate sempre e completamente a mano e su misura, sono e sono state indossate dai migliori piloti del mondo, da Nino Vaccarella, Niki Lauda a Clay Regazzoni, Ignazio Giunti e Vic Elford, passando da Jaky Ickx a Sandro Munari o Tonino Tognana, solo  per citarne alcuni.

Ciccio ci ha lasciato all’età di 87 anni, fino a due anni fa gestiva personalmente la sua bottega sul Lungomare di Cefalù, da poco più di un anno una subdola malattia invalidante lo aveva costretto a ridurre le sue uscite. Lascia la moglie a cui va il cordoglio dell’intera Delegazione regionale.

-“Ciccio Liberto rappresenta una parte importante e particolare della storia della nostra regione – ha dichiarato Daniele Settimo – scompare una figura che ha reso ulteriormente famosa la Sicilia nel motorsport pur non avendo un ruolo diretto nelle gare. Esempio lampante del profondo e speciale legame che la targa Florio ha con il suo territorio, di quanto questo evento unico riceve e dà alla sua terra. Ciccio è partito proprio dalle strade della Targa per esaltare il suo talento che lo ha reso famoso nel mondo. E’ difficile dimenticare il sorriso sincero, specchio di un carattere certamente sanguigno, espressione di concretezza e di accesa passione, oltre a tanta maestria cercata e ricercata. Rappresenta certamente un concreto esempio di realizzazione delle proprie ambizioni attraverso l’espressione del proprio talento. Ci mancherà”-.

Ciccio Cefalù, la firma sulle sue calzature, ha fatto correre veloce la sua fama anche nel mondo dei media, tanto che numerosi organi d’informazione hanno rivolto la propria attenzione verso lo speciale artigiano. Durante la 99^ Targa Florio perfino una TV della Svizzera tedesca ha dedicato un ampio servizio a Ciccio, in mezzo alle cose che succedono in epoca moderna nelle terre che furono meta dei viaggi di Ulisse. Miti e leggende tra cui brilla anche la stella di Ciccio da Cefalù.

 

Gli Auguri della Delegazione Acisport Sicilia

Gli Auguri della Delegazione Acisport Sicilia

 Dal Delegato/Fiduciario regionale e l’intero staff

 

Il 18 febbraio 2023 le premiazioni Regionali a Taormina

Il 18 febbraio 2023 le premiazioni Regionali a Taormina

La Delegazione ACI Sport Sicilia ha confermato nella Perla dello Jonio come prestigiosa sede dell’esclusiva cerimonia dedicata ai Campioni delle 4 ruote dell’isola. Svolta a Pergusa la riunione per i calendari sportivi della prossima stagione agonistica con 102 gare.  Daniele Settimo: “Esalteremo i nostri piloti nuovamente nella Capitale del turismo”.

Si terrà a Taormina sabato 18 febbraio 2023 la Premiazione dei Campionati Siciliani delle 4 Ruote della stagione 2022 e  la 2^ edizione del Premio “Nino Vaccarella”.

La prestigiosa Cerimonia organizzata dalla Delegazione ACI Sport Sicilia sarà nuovamente al Palacongressi nel cuore della Perla dello Jonio.

Lo ha annunciato il Delegato/Fiduciario Regionale Daniele Settimo durante la riunione per la discussione dei calendari sportivi 2023, che si è tenuta questa mattina presso l’Autodromo di Pergusa, con gli organizzatori dell’isola e le Associazioni degli Ufficiali di Gara siciliane. Sono state annunciate 102 gare per la Sicilia, comprensive di tutte le specialità delle 4 ruote. Il Delegato/Fiduciario ha confermato la scelta della sede da parte dello staff nell’esclusiva capitale del turismo, che ha riscosso alto gradimento generale e grande successo nell’edizione dello scorso marzo.

-“La bellezza ed il fascino di Taormina sono caratteristiche di indiscusso valore che certamente arricchiscono un’occasione esclusiva per lo sport siciliano – ha affermato Daniele Settimo  la posizione geografica favorisce la logistica per chi arriva anche da fuori regione, come la piena disponibilità del Sindaco della Città prof. Mario Bolognari. I nostri piloti sono stati protagonisti di una stagione esaltante e desideriamo onorarne al meglio i successi. Ci avvaliamo anche per questa edizione della preziosa collaborazione dell’Automobile Club Messina sempre presente in ogni iniziativa che si tiene in provincia, come ci ha confermato il Presidente dell’AC Peloritano ing. Massimo Rinaldi, a cui va piena gratitudine”-.

 

VINCITORI CAMPIONATI SICILIANI 2022

VINCITORI CAMPIONATI SICILIANI 2022

Onore alla Sicilia dalla Cronoscalata La Castellana

Onore alla Sicilia dalla Cronoscalata La Castellana

Franco Caruso sul podio di Orvieto, Fazzino in top5 e tanti altri hanno onorato l’isola nella finale nazionale di Trofeo Italiano Velocità Montagna. Settimo: -“La nostra regione ha uno dei tanti motivi di vanto in questa partecipata specialità

I piloti siciliani hanno brillato alla 49^ Cronoscalata La Castellana Orvieto, che domenica 23 ottobre è stata finale nazionale di Trofeo Italiano Velocità Montagna. La gara Umbra ha fatto convergere in centro Italia i migliori piloti di CIVM da tutta la nazione. La Delegazione ACI Sport Sicilia è stata rappresentata da 10 piloti. Il Delegato/Fiduciario regionale Daniele Settimo ha seguito ogni fase della gara e son stati pronti i complimenti per le prestazioni ottenute. Il bravo ed inossidabile ragusano Franco Caruso sulla Nova Proto NP 01-2 ha conquistato con molta bravura il 2° gradino del podio, grazie soprattutto ad una 2^ gara quanto mai tenace. Ancora una soddisfazione dal siracusano Luigi Fazzino che con l’Osella PA 2000 turbo è entra in top5, attaccato alle vetture di classe regina. La classe non età e Giovanni Cassibba lo ha dimostrato chiudendo a ridosso delle top tn sulla Osella PA 30 Mugen. Ottimo successo in classe E2SS 1600 per il catanese di Giarre, Orazio Maccarrone su Gloria CP7 Suzuki. Dopo essere stato protagonista di vertice in gara 1 un problema tecnico ha privato della 2^ sfida Samuele Cassibba sulla nuova biposto Nova Proto con motore Sinergy. I siciliani hanno brillato in gruppo E1 dove l’etneo Pietro Ragusa su Renault 5 GT Turbo ha chiuso al 2° posto e 1° tra le 1600 sovralimentate,  con Giuseppe Maugeri al 2° posto.Altra prova di forza è arrivata dall’altro catanese Rosario Alessi che con la Peugeot 106 ha vinto la classe 1.6, appena alle spalle delle auto ben più potenti. In classe RS Plus 1600 bel confronto tra Filippo Cardillo, altro etneo e il messinese Salvatore Venuti, entrambi sule Peugeot 106. Ha vinto per pochi centesimi di secondo Cardillo, anche se Venuti è stato rallentato da una toccata in gara 1.

-“Siamo una regione ad alta vocazione per le salite ed i nostri piloti lo dimostrano con i risultati – ha dichiarato Daniele Settimo – nel 2022 abbiamo avuto diverse gare in Sicilia e tutte di ottimo livello, all’altezza sia dei nostri bravi driver, sia del pubblico esigente, come si conviene ad una regione che vanta piloti bravi come quelli siciliani, a cui vanno le congratulazioni dell’intera Delegazione per quanto ottenuto in un anno decisamente proficuo”-.

 

Minì esalta sempre più la Sicilia

Minì esalta sempre più la Sicilia

Alla vittoria del giovane talento palermitano al Mugello nell’ultimo round di Formula Regional by Alpine corrispondono le immediate congratulazioni del Delegato/Fiduciario Regionale ACI Sport Daniele Settimo: -“Un percorso fatto di serietà e dedizione sportiva

La Sicilia si fregia della bella ed esaltante vittoria di Gabriele Minì al Mugello nell’ultima gara in calendario della Formula Regional by Alpine.

Il giovanissimo talento palermitano continua il suo percorso sportivo a suon di successi ed ha appena chiuso la stagione nella serie internazionale propedeutica al secondo posto in classifica.

Sono arrivati rapidamente i complimenti del Delegato/Fiduciario ACI Sport Sicilia Daniele Settimo verso il pilota che è ormai fiore all’occhiello dell’Italia intera, che ha dichiarato: -“Il percorso di Gabriele è merito di un talento innato, ma anche di un singolare impegno fatto di serietà e dedizione allo sport senza tralasciare aspetti fondamentali della crescita di un ragazzo. Un vanto che la nostra regione condivide con l’intera nazione e meriti che sono saldamente riconosciuti ormai in ambito internazionale. Si completa un’altra esaltante stagione che con i suoi successi determina luminosi passi avanti”-.