La Sicilia premia Adamo Team Principal Hyundai Motorsport

La Sicilia premia Adamo Team Principal Hyundai Motorsport

La Sicilia premia Adamo Team Principal Hyundai Motorsport

Il Delegato/Fiduciario ACI Sport Regionale ha consegnato l’originale Trofeo al numero uno della squadra WRC della casa coreana Campione del mondo 2020 a nome di tutti gli sportivi dell’isola. Premio di AC Palermo per Daniele Settimo

Roccalumera (ME) 10 maggio 2021. Al traguardo della 105^ Targa Florio il Delegato/Fiduciario ACI Sport Sicilia Daniele Settimo ha consegnato un originale e prestigioso Trofeo ad Andrea Adamo, Team Principal Hyundai Motorsport. Il Trofeo, opera che raffigura la vittoria con la corona d’alloro, un casco e la Sicilia come sfondo, è stato consegnato al numero uno della squadra della casa coreana Campione del Mondo Rally costruttori 2020, a nome di tutti gli sportivi siciliani, in segno di ammirazione per i successi ottenuti nel World Rally Championship.

Settimo, presente anche in qualità di Presidente della Commissione Rally ACI, è stato premiato a sua volta dal Presidente dell’Automobile Club Palermo, organizzatore della gara, con l’esclusiva Targa Florio, una copia originale in bronzo dello stesso trofeo che alza il vincitore della corsa automobilistica più antica del mondo. 

Il Delegato/Fiduciario ACI Sport Sicilia è stato il primo interlocutore di Hyundai Motorsport per favorirne l’arrivo alla Targa Florio 2021 che ne ha visto l’impegno – test di due equipaggi del mondiale sulle i20 WRC: Thierry Neuville – Martijn Wydaeghe e Chritian Ole Veiby – Jonas Anders Andersson, oltre all’irlandese Craig Breen navigato da Louis Lukas su Hyundai i20 R5 si è classificato 2° nella gara di CampionatoItaliano Rally Sparco, meno fortunato Andrea Crugnola fermo per problemi al motore dopo lo shakedown.

Adamo ha espresso gratitudine verso lo stesso Settimo ed apprezzamento verso la leggendaria gara madonita che finora mancava tra le presenze ufficiali di Hyundai Motorsport.

-“E’ un piacere ed un motivo d’orgoglio per noi avere avuto in Sicilia la presenza della squadra ufficiale campione del mondo rally guidata da un italiano – ha sottolineato Daniele Settimola Delegazione ha voluto sottolineare l’ammirazione di tutti gli sportivi ed appassionati siciliani, per lasciare un segno della presenza alla Targa Florio ed in Sicilia, terra di ineguagliabile passione sportiva”-.

La Targa Florio accende le sfide della Coppa Rally di Zona

La Targa Florio accende le sfide della Coppa Rally di Zona

La Targa Florio accende le sfide della Coppa Rally di Zona 

Alla 105^ edizione della gara più antica del mondo al via anche le sfide del Campionato Siciliano Rally con 77 equipaggi. Vorrà riprovarci il vincitore dell’edizione 2020 Roberto Lombardo navigato da Andrea Domenico Spanò su Peugeot 207 Super 2000. A caccia di punti il romano Fabio Angelucci navigato da Massimo Cambria su Skoda Fabia Rally EVO 2 R5, stessa vettura per Mirabile e Calderone. 

Campofelice di Roccella (PA) 6 maggio 2021 – L’edizione n.105 della Targa Florio è anche la gara inaugurale della Coppa Rally di 8^ Zona, serie regionale fortemente voluta e promossa dalla Commissione Rally ACI Sport, presieduta da Daniele Settimo, Delegato/Fiduciario Regionale.  Alla Targa Florio sono ben 77 gli equipaggi in gara per la Coppa Italia Rally di 8^ Zona.

In Sicilia a caccia di punti arriva il romano Fabio Angelucci navigato dall’esperto messinese Massimo Cambria su Skoda Fabia Rally EVO 2 R5, vettura croata di classe regina anche per l’agrigentino Maurizio Mirabile con Calogero Calderone e per il messinese nebroideo di lungo corso Carmelo Galipò, mentre su Peugeot 208 T16 sarà Andrea Licata. Ci riprova il tenace nisseno Roberto Lombardo su Peugeot 207 Super 2000 (già vincitore della Targa Florio CRZ 2020 e della Coppa Rally di Zona 2020), come Andrea Nastasi, il trapanese trapiantato a Messina. Tanti i nomi in lizza per la classifica assoluta ma anche per i punti di classe e gruppo, come Giuseppe Tripolino, Agostino Capraro e Giuseppe Termine sulle Mitsubishi. Tra le due ruote motrici l’agrigentino Gabriele Morreale, il messinese Carmelo Franco Molica navigato dalla laziale Carmen Grandi, tra i principali candidati al successo sulle Renault Clio Super 1600. L’elenco delle Super 1600 vedrà certamente protagonisti anche gli agrigentini Placido Palazzo e Giuseppe Di Benedetto (Project team), i palermitani di Caccamo Giuseppe Gianfilippo e Salvatore Principato e i cefaludesi Antonio Damiani e Giuseppe Li Vecchi su su Renault Clio della Sumbeam M-Sport ASD. 

In R/R3C Alessio Spiaggia e Alfredo Cicirello su Renault Clio della Ro Racing puntano al podio di Classe mentre numerosa è la classe R2/B con 13 vetture al via fra cui risaltano le tante apprezzate Peugeot 208 a cominciare da quella del trapanese di Castelvetrano Gaspare Ancona in gara col palermitano Carlo D’Agostino e il duo palermitano formato da Rosario Cannino e Giuseppe Buscemi del Team dal Mago. I cefaludesi Marco Cirrito e Salvatore Mirenda gareggeranno su Renault Twingo, stessa vettura per Enzo Mistretta e Alex Bonomo. Anche nel Gruppo A7 non mancheranno sfide accese tra equipaggi locali molto agguerriti tra i quali “Red Devil” tornato più spesso alla guida delle “moderne” dopo il recente passato con le storiche. Al suo fianco sulla Clio Williams Giuseppe Spirio. Il duo sarà in lotta con i Salvatore Prestipino e Francesco Vercelli sempre su Clio Williams, mentre sulla stessa vettura francese ma in versione RS ci saranno gli agrigentini di San Giovanni Gemini Nazareno Pellitteri e Michele Lo Monaco. Start sabato 8 maggio alle ore 9.30 dal parco assistenza presso il Porto di Termini Imerese. La cerimonia di premiazione della Coppa Rally Zona è in programma al Belvedere di Termini Imerese (PA) a partire dalle ore 17.01 orario d’arrivo della prima vettura dopo 60 km di prove speciali e un totale di oltre 256 km compresi i trasferimenti. Nello specifico la gara prevede 3 prove speciali da ripetersi due volte, ovvero la Tribune, Targa e Scillato – Polizzi. La competizione che si svolgerà senza pubblico nel rigido rispetto delle normative ministeriali e federali per il contenimento del Covid 19 potrà essere seguita dagli appassionati attraverso dirette continue, interviste e approfondimenti in streaming sui canali social di Aci Sport e in televisione su ACI Sport TV (canale 228 Sky) e RAI Sport. 

La Sicilia ha 30 nuovi Ufficiali di Gara

La Sicilia ha 30 nuovi Ufficiali di Gara

La Sicilia ha 30 nuovi Ufficiali di Gara

I nuovi Commissari di Percorso sono delle provincie di Ragusa e Siracusa. Gli esami si sono svolti presso l’AC aretuseo, il Delegato/Fiduciario Regionale ACI Sport Daniele Settimo ha presieduto la commissione esaminatrice

Roccalumera (ME) 4 maggio 2021. Da oggi la Sicilia dispone di 30 nuovi Ufficiali di Gara. Sono i Commissari di Percorso che hanno superato la sessione d’esami che si è tenuta presso l’Automobile Club Siracusa, alla fine del corso propedeutico. 

Si sono presentati 42 candidati alla Commissione esaminatrice presieduta dal Delegato/Fiduciario ACI Sport Sicilia Daniele Settimo, insieme a lui Alessandro Battaglia, Presidente della Commissione Velocità Salita ACI Sport e Maurizio Giugno, componente della Commissione Ufficiali di Gara e di quella Rally, presieduta dallo stesso Settimo. Alla fase conclusiva del corso ha partecipato anche l’Avv. Pietro Romano, Presidente dell’Automobile Club Siracusa, il suo vice Sergio Imbrò ed il Delegato Provinciale ACI Sport Manlio Mancuso, Direttore di Gara.

I candidati sono stati divisi in tre turni nel pieno rispetto delle normative anti covid, con tanto di controllo temperatura e sanificazione dei locali.

La mansione di Commissario di Percorso è il primo livello per gli Ufficiali di Gara, figure a cui è richiesta profonda competenza e professionalità, fondamentali per l’automobilismo di ogni categoria.

-“Abbiamo lavorato ed esaminato persone molto motivate e preparate – ha sottolineato Daniele Settimo – sono le figure di cui abbiamo bisogno per garantire un futuro sicuro e nel pieno rispetto delle regole al nostro sport. Sono grato all’AC Siracusa, al Presidente ed all’intero staff per l’ottimo lavoro svolto. Coloro che hanno mostrato molta volontà, ma ancora la preparazione chiede degli approfondimenti, avranno una gratificazione maggiore alla prossima sessione”-. 

Svolti a Pergusa il 30 aprile i nuovi test per il passaggio di licenza

Svolti a Pergusa il 30 aprile i nuovi test per il passaggio di licenza

Svolti a Pergusa il 30 aprile i nuovi test per il passaggio di licenza  

Roccalumera (ME) 1 maggio 2021. Si sono svolti regolarmente e con profitto i test per il passaggio di Licenza organizzati dalla Delegazione ACI Sport sicilia all’Autodromo di Pergusa venerdì 30 aprile. 

Seconda giornata, dopo quella del 27 marzo, in collaborazione con la Scuola Federale “Michele Alboreto” diretta da Raffaele Giammaria, presso la pista siciliana per permettere l’abilitazione o il passaggio al grado superiore di licenza per i candidati, che hanno tutti superato con profitto i test affiancati dagli istruttori federali.

-“Due sessioni di test in poco più di un mese hanno rappresentato un’opportunità per i nostri piloti – afferma Daniele Settimo, Delegato/Fiduciario ACI Sport Sicilia – naturalmente il breve intervallo è stato dovuto alle numerose domande in vista anche della Targa Florio e delle altre gare della stagione. La sensibilità di Mario Sgrò, Presidente dell’Ente Autodromo Pergusa e la professionalità di Raffaele Giammaria, che ha trovato immediata collaborazione dagli istruttori Federali, hanno reso possibile questo secondo appuntamento, per il quale sono grato all’intero staff della Delegazione per l’impegno”-. 

SI CORRE IL 21 E 22 MAGGIO LA GARA “AUTOMOBILE CLUB TRAPANI-COPPA COSTA GAIA”

SI CORRE IL 21 E 22 MAGGIO LA GARA “AUTOMOBILE CLUB TRAPANI-COPPA COSTA GAIA”

SI CORRE IL 21 E 22 MAGGIO LA GARA “AUTOMOBILE CLUB TRAPANI-COPPA COSTA GAIA”

Si svolgerà il 21 e 22 maggio prossimi, in tutto il territorio della provincia di Trapani, la seconda edizione della gara “Automobile Club Trapani-Coppa Costa Gaia”, valida come prova del Campionato italiano Regolarità Auto Moderne e per il Trofeo Nazionale Regolarità Auto Storiche. La gara avrà validità anche per il Campionato siciliano della specialità. In totale sono quasi 200 i chilometri che si percorreranno nei due giorni di gara. Si partirà da Trapani per attraversare i territori di Marsala, Mazara del Vallo, Torretta Granitola, Campobello di Mazara, Castelvetrano, Partanna, Santa Ninfa, Gibellina, Salemi, Vita, Segesta, Buseto Palizzolo, Valderice e poi di nuovo il ritorno a Trapani. Nel calendario nazionale la gara che condurrà gli specialisti delle competizioni di precisione sul filo del centesimo di secondo nel Trapanese, è inserita come seconda tappa, dopo l’apertura del Campionato in Trentino Alto Adige con la XXVIII Coppa “Città della pace”. Anche per il Trofeo nazionale regolarità auto storiche il “Coppa Costa Gaia” è la seconda gara in calendario, dopo l’annullamento di ben due gare in Toscana ed Emilia Romagna.

«Per l’Aci Trapani è un ennesimo impegno economico e di forze umane per lo sport automobilistico – ha detto il Presidente Giovanni Pellegrino – questa gara, a differenza della “Monterice”, attraverserà l’intera provincia, dando così la possibilità ai partecipanti di scoprire e vivere luoghi esclusivi che sono scrigno di ogni bellezza e promuovere attraverso lo sport della regolarità, la cultura dell’auto». sportiva dell’automobile. Saranno protagoniste della due giorni trapanese, vetture che hanno fatto e che fanno la storia non solo sportiva, ma hanno scritto e scrivono pagine importanti nel costume e nella società. La regolarità è una specialità dell’automobilismo, per la quale la competizione è concentrata sulla precisione, sull’interpretazione del tempo al volante. L’intesa dell’equipaggio e la quasi simbiosi con la vettura, sono elementi fondamentali. Il passaggio da luoghi esclusivi è possibile grazie al connubio perfetto tra agonismo e cultura per la macchina, ma anche per tutto ciò che fa da cornice al momento sportivo.

Il 26° Slalom Rocca di Novara accende il CSS

Il 26° Slalom Rocca di Novara accende il CSS

Il 26° Slalom Rocca di Novara accende il CSS

Oltre alla validità Tricolore e alla Coppa Italia Aci Sport di Zona la gara messinese avrà il massimo coefficiente nella serie di cui è il quinto round. Domenica 2 maggio le sfide in programma potrebbero dare una scossa alle classifiche.

 

Roccalumera (ME), 30 aprile. Grande attesa per lo Slalom Rocca di Novara che, organizzato in modo attento e professionale dalla Top Competition, non solo  inaugurerà la stagione Tricolore ma potrà visto l’alto coefficiente  dare un nuovo volto alle graduatorie del Campionato Siciliano.

Le gare fin qui disputate sono state molto appassionanti – ha commentato Daniele Settimo, Delegato /fiduciario Aci Sport Sicilia – e si sono svolte in grande sicurezza. Siamo giunti alla prima delle tre prove Tricolori che si svolgono Sicilia, i partecipanti vorranno emergere e raccogliere più punti possibile visto la chance di raddoppiare il punteggio regionale conseguito“.

Alla luce dei primi 4 round comanda la classifica assoluta del Campionato Siciliano, nonché la sua classe E2SS Girolamo Ingardia che ha vinto su formula Ghipard a Caltagirone e la scorsa settimana a Bonagia oltre ad aver iniziato la stagione col secondo posto nello Slalom del Satiro. Un ottimo score per il driver marsalese considerando che a San Cataldo non era presente. Buono  avvio anche per il trapanese Salvatore Arresta che, facendo della costanza la sua virtù,  è stato sempre piazzato con la sua Gloria B5 Suzuki.

Occupa la terza piazza in campionato, ma è già leader in categoria E2SC  Emanuele Schillace già pluri titolato nella disciplina tra i birilli con la su Radical Sr4 di 1600cc. Il messinese è già in scia ai migliori con solo due presenze una delle quali vittoriosa nella terza edizione dello slalom nisseno Roccella San Cataldo.

Testa a testa fra l’ericino Michele Poma e il palermitano Lorenzo Sampino nella classifica Under 23. Un solo punto separa gli attuali migliori giovani in virtù del regolamento che permette un confronto quasi alla pari fra  vetture di prestazioni assolutamente differenti. Il primo dispone della specialistica  Sport Radical SR 4 , mentre l’altro una piccola Peugeot 106 di gruppo N.

Fra le scuderie la messinese TM Racing precede la Trapani Corse, mentre la Ro Racing e l’Armanno Corse in questo momento si contendono la terza piazza.

Lo Slalom Rocca di Novara potrebbe costituire una prima svolta importante nell’economia del campionato non resta che attendere il verdetto che emetteranno le tre manche di gara in programma domenica.