La Sicilia nell’Olimpo del CIRAS

La Sicilia nell’Olimpo del CIRAS

Con la vittoria conseguita al XXXIV Rally Elba Storico Lombardo-Consiglio sono campioni Italiani di 2° Raggruppamento. Successo anche per Mannino-Giannone, terzi assoluti e primi di 3° Raggruppamento. Immediate le congratulazioni del Delegato/Fiduciario Aci Sport Daniele Settimo

 

Roccalumera(ME), 25 settembre. Angelo Lombardo e Roberto Consiglio, su Porsche 911 RS hanno trionfato al XXXIV Rally Elba Storico, ultimo round del Campionato Italiano Rally Auto Storiche, valido anche per il Fia European Historic Rally Championship, e si sono cuciti sul petto lo scudetto del 2° Raggruppamento a suggellare una stagione  magnifica, impreziosita da quest’ultima vittoria internazionale. L’equipaggio della Ro Racing, formato dal driver cefaludese e dal navigatore palermitano si è imposto con 5 scratch sulle 10 prove speciali del Rally Toscano.

Ha brillato al Rally dell’Isola d’Elba, un altro equipaggio palermitano, tanta esperienza e tenacia ha portato alla vittoria del 3° Raggruppamento Natale Mannino e Giacomo Giannone anche loro su una Porsche 911SC della Ro Racing, curata dal Team Guagliardo, che col successo di categoria si sono piazzati terzi assoluti.

Il Delegato/Fiduciario Daniele Settimo nel congratularsi con i nuovi Campioni a dichiarato:-

“I piloti siciliani sono competitive in tutte le discipline, mietono successi in ogni dove ma quando arriva in modo così nitido un titolo così importante la soddisfazione si moltiplica. Le gare di Autostoriche hanno un grande fascino perchè ne sono protagoniste vetture che hanno fatto la storia dei Rally. La carica agonistica di questo tipo di competizioni è straordinaria, tutti corrono per vincere, quindi il successo è tutt’altro che facile. Complimenti quindi a Lombardo-Consiglio che hanno dato lustro nazionale alla Sicilia che corre sulle strade di tutt’Italia. Bravi come sempre Mannino e Giannone che si confermano sempre un riferimento”-.

Stop anticipato per il terzo equipaggio siciliano in gara , quello composto dal cerdese Salvatore Riolo e dall’Elbano Alessandro Floris,  mentre erano primi del 4°Raggruppamento con la Subaru Legacy si sono dovuti ritirare per un problema elettrico.

 

 

Dalla Delegazione ACI Sport Sicilia terza sessione di abilitazioni

Dalla Delegazione ACI Sport Sicilia terza sessione di abilitazioni

Il Delegato/Fiduciario regionale Daniele Settimo ha annunciato la data stabilita dalla Scuola Federale Michele Alboreto per lunedì 3 ottobre sempre all’Autodromo di Pergusa. Iscrizioni entro lunedì 26 settembre

Roccalumera (ME), 21 settembre 2022. Il Delegato/Fiduciario ACI Sport Sicilia Daniele Settimo ha annunciato che è prevista per lunedì 3 ottobre la terza sessione 2022 dell’abilitazione e passaggio di licenza per i piloti.

I candidati devono iscriversi entro lunedì 26 settembre, presso la Scuola Federale agli indirizzi di settore: Rally, rally@scuolafederale.acisport.it – Velocità, velocita@sculafederale.acisport.it .

L’iniziativa, che sarà nuovamente ospitata dall’Autodromo di Pergusa, è organizzata come sempre dalla Scuola Federale ACI Sport “Michele Alboreto” in stretta collaborazione con la Delegazione ACI Sport Sicilia ed è dedicata ai conduttori della regione che devono avere l’abilitazione o per i quali è necessario un passaggio di licenza a grado superiore. 

Ad assistere i piloti candidati saranno gli istruttori Federali, come sempre coordinati dal Direttore della Scuola Raffaele Giammaria.

-“L’elasticità della Scuola Federale e del suo Direttore Raffaele Giammaria ci permette di pianificare una terza data nell’anno in corso per i piloti delle nostra regione – afferma Daniele Settimo – l’iniziativa è possibile come sempre grazie alla costante disponibilità di Mario Sgrò, Presidente del Consorzio Ente Autodromo Pergusa che ha reso l’impianto ennese una struttura sempre pronta ad offrire servizi efficienti”-.

Il programma e la data saranno ufficializzati a breve e ne sarà data adeguata diffusione.

Brillano i Siciliani alla Coppa Nissena del Centenario

Brillano i Siciliani alla Coppa Nissena del Centenario

Nellultimo appuntamento CIVM e penultimo di Campionato Siciliano Salita, Franesco Conticelli a podio, altri quattro driver delle regione in Top Ten e tante vittorie di Gruppo. Tra le storiche bel duello tra Barbaccia e Piazza. Il Delegato/Fiduciario ACI Sport Daniele Settimo: “Orgoglioso di partecipare ad un evento straordinario”.

 

 La 67^ Coppa Nissena è stato un evento straordinario sia in quanto appuntamento clou del Centenario sia per i risultati dei piloti Siciliani che ancora una volta in questa favolosa stagione sono stati protagonisti assoluti del Campionato Italiano Velocità Montagna e tutti quelli che esaltano il Campionato Siciliano per auto moderne e storiche.

Il Delegato/Fiduciaro ACI Sport Sicilia Daniele Settimo ha partecipato alla intensa giornata insieme al Presidente dell’Automobile Club D’Italia Angelo Sticchi Damiani ed al Presidente dell’AC nisseno Carlo Alessi ed ha dichiarato: –Emotivo di gioia ed anche di orgoglio partecipare a questo evento straordinario per la nostra regione, come per lItalia intera. Celebrare un centenario non è cosa da tutti i giorni. Un evento prestigioso ed esclusivo in una cornice straordinaria di pubblico, a cui devo fare i complimenti, per la compostezza e la grande passione. Parlavo proprio della passione del pubblico siciliano con Presidente dellACI Angelo Sticchi Damiani, due ali di folla lungo il percorso, sempre ordinate,  per questo devo complimentarmi con lorganizzazione, con con il Presidente AC Caltanissetta Carlo Alessi, con tutto il suo Staff. La Coppa Nissena conta anche su tutte le persone che lavorano dietro le quinte mi riferisco agli Ufficiali di Gara, Direttori e Commissari di percorso e a tutta la struttura organizzativa di cui a volte, essendo dietro le quinte, non emerge il lavoro prezioso che sicuramente fanno. Alla Coppa Nissena ho notato la presenza di molti giovani interessanti. Lobbiettivo di Aci team Italia non è fermo al settore Rally, ma anche al settore di velocità in salita, in circuito, nel mondo del Kart e fortunatamente proprio dalla Sicilia stanno emergendo nuove leve che faranno parlare di se non solo nella nostra terra, ma anche in tutta lItalia”-

I piloti siciliani hanno onorato levento con una partecipazione massiccia e ottimi risultati che ancora una volta dimostrano laltissimo livello nel confronto diretto con i migliori del Civm.

Nella graduatoria assoluta spicca il terzo posto del trapanese Francesco Conticelli, nuovamente in posizione alta sulla Nova Proto NP 01-2. Sotto al podio, con una vettura identica,  ancora unottima prova di carattere per linossidabile ragusano Franco Caruso particolarmente a suo agio sul veloce tracciato nisseno.

Sesto lesperto etneo Luca Caruso che ha ritrovato appieno il propulsore della Norma M20 FC Honda, ancora un pò in debito di set up. Settima convincente piazza per il ragusano di Comiso Samuele Cassibba che ha vissuto due settimane in grande progressione sulla Nova Proto Sinergy 2000 V8 e ha chiuso la Top Ten il marsalese Vincenzo Conticelli, di nuovo in sintonia con lOsella PA30.

Menzione particolare per il giovane siracusano di Melilli Luigi Fazzino, autore di una ottima 2^ prestazione assoluta in gara 1,   costretto poi ad alzare bandiera bianca nel corso della seconda scalata

Primo pilota di casa Salvatore Miccichè che sulla Osella PA 21 ha bissato il successo in gruppo CN. Allesordio in salita il giovanissimo Andrea Di Caro si è guadagnato il Memorial Luigi Campione, è stato secondo tra i locali ed il più giovane meglio classificato trovando intesa immediata con la Nova Proto motorizzata Aprilia con cui ha dominato la classifica delle sportscar Motori Moto.

Combattutissimo il Gruppo E1 dove il migliore della classifica aggregata è risultato a pieno merito letneo Pietro Ragusa su R5 Gt Turbo, vincitore di Gara 1, davanti allaltro catanese Rosario Alessi su Peugeot 106 1600 e a Roberto Lombardo, driver locale habitué dei rally con La Peugeot 207 2000.

Tutta sui punti del Campionato Siciliano si è decisa la gara di Campionato Italiano Velocità Salita Auto Storiche vinta da Ciro Barbaccia su Stenger BMW. il pilota e preparatore di Marineo ha duellato sul filo dei centesimi di secondo con l’altro palermitano Antonio Piazza su Lucchini Sport Nazionale, entrambi in vetta al 4° Raggruppamento. Il messinese Salvatore Caristi ha dominato il 3° Raggruppamento su Fiat 128, ma il palermitano Francesco Avitabile è sempre rimasto in scia con la BMW 320. Quintino Gianfilippo sull’Alfa Romeo Alfetta GTV ha usato la sua esperienza nel tricolore ed è arrivato davanti a tutti nel 2° raggruppamento, come Giuseppe Riccobono ha fatto nel 1° Raggruppamento al volante della BMW 2002 TI.San Pellegrinetto (10,44 km).

Siciliani al mondiale Karting di Le Mans a testa alta

Siciliani al mondiale Karting di Le Mans a testa alta

De Matteo chiude in Top Ten nella Kz 2 Master e Paparo centra la finale nell’assoluta . Per Lombardo e Maragliano non basta la rimonta.

Bilancio lusinghiero per i kartisti siciliani impegnati nel weekend a Le Mans, per la prova unica del mondiale Kz 2.

 Il Delegato/Fiduciario Aci Sport ha così commentato la partecipazione dei driver isolani alla competizione iridata:” Il contesto mondiale in cui si sono misurati i nostri piloti è certamente quello più impegnativo e selettivo. È decisamente elettrizzante quanto sono riusciti a fare i nostri portacolori anche a coloro che per vari motivi non hanno potuto concretizzare appieno quanto mostrato con grande determinazione. Una ulteriore gratificazione che arriva da quello che sempre più consideriamo fertile vivaio di talenti. I nostri piloti lo hanno ampiamente dimostrato”.

Nella Categoria Master ha ben figurato il messinese di Barcellona Pozzo di Gotto Sebatiano De Matteo su Sodi/Tm Racing capace di entrare in Top Ten nella finale, dopo essersi mantenuto in buona posizione in qualifica e nelle Heat eliminatorie. Nelle prove cronometrate del venerdì De Matteo aveva chiuso al quinto posto, mostrando di potere competere con i migliori. Nelle batterie del sabato è stato molto costante, continuando a rimanere ai vertici delle graduatorie. Bellissima la sua partenza della Super Heat, una sorta di prefinale, che lo vedeva scattare in testa a tutti e condurre il primo giro,  per poi tornare ad un passo gara che gli ha permesso di chiudere la prova al quarto posto e di schierarsi sesto nella griglia finale. Nell’appuntamento più importante ha gestito la sua gara diligentemente,  non potendo mirare al podio, ma riuscendo a raggiungere il traguardo in una nona onorevole posizione, terzo degli italiani.

E’ stata la prima esperienza mondiale – ha dichiarato De Matteo – a cui ho partecipato da privato, nei confronti di piloti ufficiali plurititolati, sperando di entare in Top Ten e ci sono riuscito. Per questo desidero ringraziare il mio meccanico Salvatore Sambataro e la SKM

 Nella Kz 2 ha inizialmente brillato il siracusano di Melilli Michael Paparo, capace in qualifica sul suo IPK/TM Racing di far segnare il terzo miglior tempo su 126 piloti in gara. Un vero è proprio exploit che gli ha consentito di partire in pole in quasi tutte le manche eliminatorie confrontandosi con i migliori driver internazionali. Paparo con una guida molto attenta , ha chiuso le 7 batterie in ventesima posizione, confermata dal risultato della Super Heat. In finale ha poi mantenuto la sua posizione migliorata dall’eliminazione di altri concorrenti e terminando la sua prova in sedicesima piazza, secondo degli italiani.

E’ un risultato che inorgoglisce tutti noi – ha dichiarato Paparo alla fine della competizione – fortemente voluto da me dal team official IPK, dalla scuderia di Juri Serafini al primo anno di Kz 2. Ringrazio tutti loro, i meccanici e la mia famiglia che mi è stata vicina nel weekend. Dopo essermi assicurato una casella ottimale nella griglia delle Heat, ho badato più a contenere che ad attaccare per arrivare fino in fondo che era il nostro obiettivo. Questo risultato apre delle ottime prospettive future anche per la visibilitàrappresentata dalla “passerella” iridata”.

Angelo Lombardo e Alex Maragliano sono purtroppo rimasti arretrati nelle qualifiche. L’esperto messinese ha tentato in tutti i modi di risalire la china nelle Heat riuscendo in taluni casi a recuperare 10/15 posizioni ma incappando in due break che gli assegnavano un numero cospicuo di punti negativi.

L’agrigentino di Raffadali Alex Maragliano, ha lottato anche lui fino a quando è stato in gara nella pancia del gruppo delle Heat, poi ha subito una squalifica che lo ha estromesso dalla competizione.

 

[/et_pb_column]

Successo siciliano al 26° Rally Alpi Orientali Historic

Successo siciliano al 26° Rally Alpi Orientali Historic

Per la vittoria assoluta di Lombardo – Consiglio su Porsche di 2° Raggruppamento ed il primato di Mannino – Giannone in 3° Raggruppamento, entrambi su Porsche alla gara friulana, le congratulazioni del Delegato/Fiduciario regionale Daniele Settimo.

 Il Delegato/Fiduciario ACI Sport Sicilia Daniele Settimo ha espresso le proprie congratulazioni, unite a quelle dell’intero staff della Delegazione regionale, agli equipaggi che hanno portato un doppio successo sull’isola dalle strade friulane del 26° Rally Alpi Orientali Historic, valido quale sesto round di Campionato Italiano Rally Auto Storiche.

Angelo Lombardo navigato da Roberto Consiglio su Porsche 911 Carrera SC di 2° Raggruppamento ha vinto sette delle otto prove speciali in programma e l’equipaggio è stato il rullo compressore per gli avversari che invano hanno cercato di avvicinare il tenace pilota di Cefalù affiancato dall’esperto navigatore palermitano di Lungo corso. Un successo che l’ottimo duo condivide con la Scuderia agrigentina RO Racing.

Altro successo arrivato dal Friuli alla Sicilia quello di 3° Raggruppamento dove hanno vinto i palermitani Natale Mannino e Giacomo Giannone, altro equipaggio dalla lunga e vincente esperienza, abituati ai primati sulla 911 Carrera di Stoccarda. Entrambe le auto dei due equipaggi siciliani sono gestite e seguite dalla factory palermitana Guagliardo.

-“I colori siciliani sono sempre protagonisti sulle strade di tutta Italia – afferma il Delegato/Fiduciario ACI Sport Sicilia Daniele Settimo  le gratificazioni arrivano da tutte le discipline, in particolare i nostri due equipaggi hanno brillato in Friuli in un rally di Campionato Italiano particolarmente selettivo. Le auto storiche continuano a registrare ottimi numeri ed anche eccellenti risultati, segno che anche questa specialità è vissuta con un entusiasmo contagioso. Due equipaggi ai vertici in contesti tutti siciliani. Complimenti, è un ottimo vanto!”-.

Tris siciliano in Kz2 a Le Mans per l’iridato

Tris siciliano in Kz2 a Le Mans per l’iridato

,Da domani Lombardo, Maragliano e Paparo saranno impegnati nella prova unica di Campionato Mondiale. Settimo: gratificante essere rappresentati nell’elite del Karting

Prende il via domani sul “Le Mans International Karting Circuit” il Campionato Mondiale Kz2, la massima espressione del motorsport a “ruolte piccole”.

Sulla pista di km 1,384, non lontana dal mitico circuito de la Sarthe saranno in 126 a sfidarsi per il titolo iridato 2022.

La Sicilia è ben rappresentata da tre piloti: l’esperto messinese di Barcellona Pozzo di Gotto Angelo Lombardo e due giovani, l’agrigentino di Raffadali Alex Maragliano e il siracusano di Melilli Michael Paparo.

Il Delegato/Fiduciario Aci Sport Sicilia Daniele Settimo ha così commentato la prestigiosa partecipazione iridata:- “Avere ben tre piloti al via della prova unica di Campionato Mondiale ci gratifica molto, sottolinea un lavoro coeso e ben coordinato. Questa trasferta si rende possibile grazie all’attività di base fatta nel tempo, ai team e alle famiglie che nel Karting hanno un carico gravoso per consentire la crescita dei figli. Sarà per loro una tappa fondamentale. Che possa essere un buon viatico per il futuro di tutta la disciplina –

I tre piloti saranno protagonisti di sfide con i migliori interpreti della classe regina in rappresentanza di 56 nazioni, fra questi 20 piloti italiani compresi loro.

Angelo Lombardo, affiancato dal team Parolin arriva alla prova mondiale con un palma res notevole e un titolo eurpoeo conseguito nel 2009. Pilota tenace di grande esperienza in vista della gara nella sua dichiarazione ha sottolineato l’importanza delle gomme per una gara di questo tipo:” Ci sono due incognite per altro legate fra di loro il meteo e le gomme. Per quanto riguarda le condizioni climatiche saranno per tutti uguali anche se la pista potrebbe cambiare da un momento all’altro e questo potrebbe favorire qualcuno, come i lotti di gomme che non sempre sono identici finendo col incidere sul rendimento del singolo pilota. Inoltre la concomitanza con le gare Academy, categoria altrettanto numerosa porterà, in pista gomma diversa da quell ache usiamo noi e anche questo può causare problemi di tenuta, auguriamoci di trovare un buon pacchetto per il weekend”.

 Alex Maragliano è alla sua prima esperienza iridata, sotto le insigne della Drago corse su Birel: – Per me è un sogno che si avvera – ha dichiarato  – mi sembra incredibile che in 2/3 anni sia arrivato al vertice di questa disciplina. Questa è per me una stagione fantastica, ho vinto una prova di Campionato Italiano, dove già lo scorso hanno ero risultato uno dei migliori under speriamo di esaltarla con un buon risultato.

 Michael Paparo, dopo il mondiale dello scorso di classe OK,  si affaccia anche lui alla ribalta più prestigiosa come pilota ufficiale IPK. Il mio percorso – ha dichiarato – è stato progressivo. Ho cominciato da picolissimo proprio col team Sefaini che mi affiancea tutt’ora facendo la gavetta fra gli allievi e sin da allora ho avuto buoni risultati internazionali, poi la consacrazione in  team ufficiale lo scorso anno con cui adesso ci troviamo nella categoria più prestigiosa.  

Il programma di Le Mans entra nel vivo domani 2 settembre con le qualifiche e le prime batterie; sabato 3, tutte  le altre eliminatorie e domenica 4, dopo il warm up mattutino, la finale con diretta TV,  dalle 16.10 sulla distanza di 22 giri per un totale di circo 30km.